Come è triste la musica

Quando s’intona d’un riso

nella vibrante bocca arpa di guerra.

 

Attonita nota dell’ira

risuona impaurendo i pensieri

nel silenzio verginale di primitivi incanti.

7 Risposte a “Note”

  1. U Vizzarru ha detto:

    Bella, ma come ti vengono poesie così a quest’ora?
    Credo che tu non abbia dormito stanotte.
    Un abbraccio!

  2. U Vizzarru ha detto:

    Bella poesia. Breve ma intensa! Un abbraccione!

  3. iry ha detto:

    Come hai fatto ad indovinare …le mie vene poetiche si scaturiscono durante la notte e come uno zombi li scrivo, poi li leggo , li rileggo e li deposito.
    Grazie per il tuo prezioso commento U Vizzarru

    baci baci iry

  4. rosario ha detto:

    della marzaiola
    imitavi il verso al mattino
    insieme pronti
    a stanare la primavera

  5. iry ha detto:

    Una dolce melodia accompagna il tuo commento.
    Grazie Rosario della tua presenza.

    baci baci iry

  6. happysummer ha detto:

    La bocca non dovrebbe intonare arpa di guerra, specialmente nell’amore
    Splendida la tua poesia, cara Iry, piena di dolcezza e significato.

  7. iry ha detto:

    Talvolta la bocca uccide più della spada happysummer.
    Grazie per il tuo prezioso commento.

    baci baci iry

Lascia un commento