E poi, il silenzio, sfiora il viso
nella lentezza delle dita
ad incensare lamenti

nell’erba rorida,emerge al fiato
sedotto, ormeggia
nei sensi nudi da felino

Nessuna risposta a “E poi”

Lascia un commento